venerdì, settembre 13

ore 14:07



Nessuno

Non ho trovato nessuno

Neanche il mio cane

Sono solo

Solo e disteso a pancia all’aria nel bel mezzo del corridoio


Inizio ad avere il respiro più veloce e affannato.
La visuale si annebbia

… è il solito fottutissimo attacco di panico



Ok Alessandro, calmiamoci.

Facciamo un bel respiro e chiudiamo gli occhi

Più in basso di così non possiamo scendere e per adesso non c’è alcun pericolo imminente.


Solo quella dannata porta aperta.



Rilassati


Concentra la tua attenzione sul respiro e sull’addome che si contrae e si rilassa



Respira



Respira





Quella maledetta porta aperta !


Ruoto sulla forza motrice che sono diventate le mie braccia e mi trascino.
Trascino tutto me stesso in quella direzione
Contro quella porta aperta che per me adesso significa pericolo


Ci sbatto contro e la chiudo pesantemente

Il rumore risuona per tutta la tromba delle scale del condominio



Un tuono che spezza il silenzio che mi avvolge



E poi più nulla

Niente

Non sento niente


Rumore di elettrodomestici

Il frigo

La corrente c’è per fortuna

Ma oltre a quello ?

Provo a concentrarmi su rumori diversi da quelli interni del mio appartamento.



Nulla


Nessuna auto

Nessun vicino che grida

Nessun rumore esterno





Tanto silenzio che i miei pensieri riprendono a litigare tra di loro



Rilassati



Respira



Non pensare a nulla





Dormi





Nessun commento:

Posta un commento